Food

In fatto di ristorazione, il quartiere Bologna/Nomentano offre un ventaglio di opzioni immenso: si spazia dalle tipiche osterie romane, alle gelaterie e paninoteche vegan, ai ristoranti specializzati in cucina etnica e regionale.

Qui è possibile trovare una cosa per ogni gusto ed esigenza. Si alternano pizzerie napoletane, trattorie siciliane, sushi bar, kebab take away, passando per i ristoranti cinesi, tailandesi, messicani e argentini: l’imbarazzo della scelta spesso disorienta. Dove si incrociano la vita quotidiana delle famiglie romane, dei dipendenti d’ufficio, dei studenti fuori sede e di giovani migranti si trova dal ristorante di lusso al buffet in piedi, dalle rosticcerie ai take away.

Impossibile non citare subito le specialità siciliane e, in particolare catanesi, di Mizzica. Partendo da piazza Bologna, a soli 400 metri, su via Catanzaro 30, si trova infatti questo bar-rosticceria-pasticceria che vi lascerà incantati dalla bellezza dei dolci e dal profumo dei così detti “pezzi” salati. Aperto tutto il giorno, propone aperitivi a prezzi modici, conditi dalle specialità della rosticceria siciliana fatte a regola d’arte: è per questo molto frequentato da giovani e studenti.

Poco più giù, su via Catania, 29, in una sorta di competizione fra mastri fornai siciliani, c’è il meno famoso Mpare: anche qui prezzi modici per ottima rosticceria siciliana. Il locale prende il nome da una classica espressione sicula, “compare” che, in catanese viene tranciata e diventa “’mpare”.

La pizza napoletana non manca nel quartiere: il Carroccio si trova lato di via Lorenzo il Magnifico, in una traversina che si chiama, appunto, via del Carroccio, al civico 9. Una parallela di via Lorenzo il Magnifico, Via Michele di Lando, ospita invece Da Enrico, al civico 28/36: un punto di riferimento per gli abitanti della zona da oltre 20 anni, che offre ottime specialità romane ed è pieno a pranzo e cena. Per questo motivo, se avete deciso di mangiare qui, vi consigliamo di telefonare per la prenotazione. In Via Luigi Pigorini, 25, parallela di viale XXI Aprile troviamo invece Da Gianni allo scalino, locale che offre pizza e specialità della cucina romana e laziale, a prezzi contenuti.

Per gli amanti della cucina kosher o, semplicemente, per i curiosi, ecco il Baghetto Kosher, fratello maggiore del Ba’Ghetto di via del Portico d’Ottavia: universalmente considerato uno dei migliori ristoranti etnici della zona di Piazza Bologna. Nato negli anni ’80 grazie alle idee di Amram ed Ester Dabush a Via Livorno 10, è ora gestito dai figli Avi, Ilan, Eran e Amit. Oltre alla cucina della tradizione giudaico-romana, i piatti mediorientali dominano il menù, con le migliori carni kosher, selezionate appositamente e sotto la supervisione del rabbinato romano.

Sempre nelle vicinanze, in via Cagliari 23, troviamo Baires 2, cugino del più famoso Baires di via Cavour: nel menù piatti della cucina argentina rivisitati dagli chef, accompagnati da vini della migliore tradizione sudamericana, dalle cantine Makia, Navarro Correas, Lurton e  Trapiche.

Anche la cucina giapponese è presente nel quartiere, con Izumi, in una traversa di via Livorno, via Pigorini 25, propone piatti nipponici con formula all you can eat o alla carta: inoltre, una scelta di ricette provenienti anche dalla cucina thailandese.

Altro ristorante giapponese con menù fisso all you can eat è l’ormai celebre franchising Daruma Sushi, che si trova proprio in piazza Bologna al civico 8.